Ringraziamenti


In tutti i libri che ho letto, questa, é una delle pagine che normalmente salto a piè pari e ho la certezza che i lettori di questo libro faranno altrettanto ma....
FERMI!!
Adesso che il mio ruolo è quello dell’autore, sento l’esigenza di rendere pubblici i ringraziamenti alle persone che mi sono state vicino e mi hanno aiutato a credere in questa pazza avventura. I cognomi sono volontariamente tralasciati per non creare imbarazzo, ma chi deve sapere... sa!

Prima di tutto ringrazio Daniela che con le sue semplici e decise dritte mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della scrittura, facendomi provare un divertimento che mai avrei pensato di trovare. I suoi consigli e le sue insistenze mi sono servite a crescere ed a credere nel mio stile. A lei dedico il capitolo della “prima guardia” perché continui ad affrontare la vita con lo stesso coraggio che fino ad ora l’ha contraddistinta.

Ringrazio Laura che in punta di piedi è riuscita a sopportare la mia scrittura, correggendola in maniera da non alterarne lo stile e la forma. Dedico a lei l’ultimo capitolo in modo tale che la sua curiosità la induca a perseverare con il suo prezioso lavoro anche nel secondo libro.

Ringrazio Paola che, con la sua vicinanza, ha cercato in tutte le maniere di mettere in discussione, silenziosamente, quello che usciva dall’avventura che scrivevo ma.... troppo innamorata per riuscirci a pieno. A lei dedico l’intero libro perché ha atteso ansiosamente la scrittura di ogni singolo capitolo per poterlo divorare nel più breve tempo possibile e dirmi i suoi... “dai...continua, scrivi qualcosa... non puoi lasciarmi così...”

Ringrazio Paolo che, con la sua semplicità, ha seguito per intero la mia avventura, standomi vicino ed incoraggiandomi ad andare avanti! A lui dedico il capitolo della “Terza Guardia” perché abbia modo di poter ritrovare il tempo di respirare.

Ringrazio tutti i miei figli che prima di andare a letto ascoltavano la lettura dei primi capitoli addormentandosi dopo le prime righe. A loro dedico la mia vita perché non esiste libro che possa valere il loro Amore.



Morandi Marco (La nuova era)